Strumenti personali

Tu sei qui: Home
« aprile 2014 »
aprile
lumamegivesado
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930
Sedi
Napoli (sede principale)
tel. +39 081 5423804
 
Capo Granitola
tel. +39 0924 40600
      +39 0924 076233
 
Castellammare del Golfo
tel. +39 0924 35013
 
Mazara del Vallo
tel. +39 0923 948966
 
Messina
tel. +39 090 669003
 
Oristano
tel. +39 0783 229015
 
Taranto
tel. +39 099 4542111
 
 

IAMC

creato da admin ultima modifica 24/02/2014 - 14:55

 

In Evidenza

focus group

Focus Group "Aiutaci a migliorare La Campagna di Comunicazione del PON REC"

L’IAMC-CNR di capo Granitola ospiterà, il 16 dicembre 2013, il Focus Group “Aiutaci a migliorare La Campagna di Comunicazione del PON REC”.

Continua..... 

 

 

 

 


  

ORGANIZZAZIONE  

L'Istituto per l'Ambiente Marino Costiero del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IAMC-CNR) è costituito da 6 sezioni e da un laboratorio di biologia marina che tradizionalmente si occupano di tematiche inerenti le scienze del mare segnatamente ad aspetti di biologia, chimica, fisica e geologia  ed a studi sulle risorse rinnovabili (pesca ed acquacoltura) e sulle tecnologie marine.
Tra le linee di ricerca più rappresentative si segnalano:

  • acquacoltura, con studi sulla diversificazione delle specie allevabili e  sviluppo di sistemi produttivi sostenibili per le produzioni di organismi marini;
  • chimica, con lo sviluppo di una modellistica dei sistemi ecologici soggetti ad impatto antropico e di metodologie chimico-analitiche per il monitoraggio ambientali;
  • ecologia marina, con studi sugli ambienti di transizione e nonché di  bioacustica ed ecologia del comportamento, basati sull'utilizzo di un approccio eco-sistemico finalizzato alla gestione spaziale delle risorse;
  • microbiologia, con studi di ecologia microbica, biologia e  microbiologia molecolare, biotecnologie e sul ruolo dei microorganismi nella decomposizione della sostanza organica;
  • oceanografia, con studi di oceanografia sperimentale, modellistica numerica, sistemi operazionali per la previsione dello stato del mare su scala regionale e per la previsione dello stato del mare su scala costiera;
  • pesca ecosostenibile, con studi sulla valutazione delle risorse e gestione sostenibile dei processi di cattura e sull'impatto della pesca sugli ecosistemi marini;
  • scienze della terra e dell'ambiente costiero, con lo studio della terra solida e geodinamica, degli ambienti sedimentari e del paleo clima, nonché della cartografia marina e costiera;
  • tecnologie marine, con sviluppo di tecnologie, sia hardware che software, dedicate all’intera filiera, dall’innovazione tecnologica per ottimizzare lo sforzo di pesca alla tracciabilità dei prodotti fino al mercato. Il tutto in un’ottica di risparmio energetico e di ecocompatibilità.

 

 

 

Azioni sul documento